• Dieta mediterranea

    La ricetta per una sana e corretta alimentazione

    Cos’è la dieta mediterranea a Bologna? È un modo di mangiare che si ispira ai modelli alimentari dei paesi del Mediterraneo. I principali paesi simbolo di questa dieta sono Italia, Spagna, Grecia e Marocco. È stata dichiarata patrimonio dell’Umanità UNESCO nel 2010, in virtù dei suoi benefici per la salute. La dieta mediterranea a Bologna è infatti un modo di mangiare che influenza profondamente sia la qualità della vita che la sua lunghezza.


  • Uno stile di vita sano

    Non si parla di una dieta nel senso dimagrante del termine. La dieta mediterranea a Bologna è un vero e proprio stile di vita, che ha le sue radici in un tipo di alimentazione povera e rustica. Al centro di questa dieta ci sono la pasta, il pane e la verdura. La carne è poco presente mentre lo è di più il pesce.


    Dominano però i cibi vegetali, quindi frutta e verdura fresca di tutti i tipi e colori. Anche i legumi hanno un ruolo molto importante in questo tipo di alimentazione: sono una fonte inestimabile di nutrienti, ferro e proteine di origine vegetale. 


    Il tutto viene condito con olio di oliva, mentre l’uso del burro è limitato soprattutto nell’entroterra.


  • Le caratteristiche della dieta mediterranea

    Quali sono i benefici dati dalla dieta mediterranea a Bologna?


    • Favorisce le proteine di origine vegetale rispetto a quelle di origine alimentare. Nel sud contadino si consumavano tipicamente i legumi come fonte di proteine. Alimenti come le uova e il latte erano più rari e il loro uso era piuttosto limitato. Carne e pesce, pur essendo presenti, erano piuttosto rari e spesso riservati ai giorni di festa.
    • Maggior quantità di grassi insaturi di provenienza vegetale e minore presenza di quelli saturi. Questa caratteristica è strettamente legata al primo punto, poiché tradizionalmente la dieta mediterranea prevede molti vegetali.
    • Alto consumo di fibre, derivanti dai cibi di origine vegetale mangiati in grande quantità.
    • Aumento del consumo di carboidrati di tipo complesso, come quelli di pane e pasta. Di contro, c’è una diminuzione di quelli semplici, come glucosio e saccarosio. Ciò è buono perché i carboidrati semplici sono spesso responsabili di obesità e sovrappeso.
    • Diminuzione del colesterolo.
    • Riduzione delle calorie acquisite, non essendo quasi presenti zuccheri semplici e grassi animali.